XII settimana di azione contro il razzismo

Accendi la mente, spegni i pregiudizi (letture sull’integrazione)

In questa settimana si celebra la XII settimana d’azione contro il razzismo, promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Pari Opportunità che culmina con la  Giornata Mondiale contro il razzismo  in programma il 21 marzo. Lo Slogan scelto quest’anno è:

Accendi la mente spegni i pregiudizi

Un invito forte ad aprirsi all’altro, imparare a conoscersi per superare le paure ed i pregiudizi che causano discriminazioni e violenze.

Costruire le basi per una relazione serena ed aperta verso l’altro è un compito importante per noi genitori ma anche difficile. Infatti, personalmente ho sempre un po’ il timore di non trovare parole abbastanza semplici per spiegare questi temi a mia figlia. Ma, per fortuna, in mio aiuto arrivano moltissimi libri per l’infanzia che trattano questi temi. Ne ho scelti tre in particolare.

Sul tema dell’inclusione e dell’eliminazione dei pregiudizi, c’è un libro splendido, che incoraggia ad non avere paura dell’altro, ad andare oltre ogni muro, anche quelli invisibili, con curiosità e desiderio.

– Il Paese dei Colori, di Paolo Marabotto, 2001.

E’ la storia di cinque paesi, di cinque colori diversi ( il regno del Bianco, del Rosso, del Blu, del Nero e Giallo). I cinque regni sono divisi da muri talmente alti che non si riesce a vedere neanche il colore del cielo del vicino (da questo libro è tratto un fantastico spettacolo teatrale per bambini, in cartellone lo scorso autunno al Teatro Verde di Roma).

Vivendo in mondi così differenti, i cinque popoli non pensavano affatto a mescolarsi anche se, nascosto nel cuore di ognuno, c’era il desiderio di conoscere cose nuove, cose diverse che potessero ridare vita a quell’esistenza tanto monotona”

il paese dei colori

il paese dei colori

In effetti, nel cinque regni la vita è davvero monotona: nel regno dell’Ombra regna il Re Fosco e tutto è nero e monotono e perfino l’alba si confonde con il tramonto. Nel regno Purpureo, Re Amaranto ama dipingere ma si annoia perché non si può dipingere con il solo colore rosso a disposizione! Re Paglierino regna sul regno Zafferano, dove tutto è giallo. Il Re pensa in giallo e non sa raccontare altro che il giallo, eppure vorrebbe tanto scrivere belle poesie. Il Re Turchese, un tempo viaggiatore, ha perso ogni gusto nel viaggiare perché, ovunque vada, vede solo blu, nel regno d’Oltremare. Infine, c’e il re Albino nel suo regno Candido, appassionato di astronomia, ma con tutto quel bianco come può distinguere la via lattea dalle altre costellazioni?

Un giorno, però, dopo una lunga pioggia sul regno d’Oltremare, appare una crepa nel muro. Da questa crepa filtra un raggio di luce gialla proveniente dal regno Zafferano e crea sfumature sconosciute nel regno, dal verde fino al giallo… Il Re, animato da desiderio e curiosità, fa subito abbattere il muro e va a conoscere il Re Paglierino. Da quel momento tutto è gioia, allegria e condivisione, in un’atmosfera di festa ed amicizia.

“Nei giorni seguenti si lavorò… per abbattere definitivamente tutti i muri, affinché la luce dei colori potesse arrivare ai confini più remoti di ciascun regno. Nessun abisso del mare, nessuna vetta del cielo fu mai più uguale a prima”.

il paese dei colori

il paese dei colori

Alla fine resta solo il tenebroso Regno dell’Ombra che tutti guardavano con sospetto e paura. Ma il desiderio di scoprire è più forte della paura e anche l’ultimo muro cade. 

“Il cielo del mondo, un tempo frammentato dai muri, ritrovò la sua unità e, sulla terra, l’orizzonte si ricongiunse”.

Sul tema della valorizzazione e difesa della diversità in quanto ricchezza e scambio, c’è un libricino davvero carino, per bambini dai 3 anni in su. Ha ricevuto anche la menzione d’onore dell’UNESCO per le tematiche della pace e della convivenza.

 – La cosa più importante” di Antonella Abbatiello, 2015.

Gli animali del bosco sono riuniti in assemblea per discutere su quale sia la caratteristica più importante che tutti gli altri dovrebbero avere.

Avere le orecchie lunghe per captare ogni rumore sospetto? O gli aculei per essere più protetto? Il collo lungo per arrivare alle foglie più alte? No, la cosa più importante, dice la rana, è essere verdi, per mimetizzarsi meglio e sfuggire ai predatori; “Forse è così, pensarono gli altri”, la pagina si apre e…

la cosa più importante

tutti verdi come la rana

La discussione riprende animata: sono le ali la cosa più importante, no, meglio avere una lunga proboscide o i piedi palmati o forse i denti grandi e forti come i castori. Fin quando arriva il gufo, saggio ed illuminato, che dice: “Forse tutte queste cose sono importanti“… ma non tutte insieme:

“Ognuno di noi ha qualcosa di importante” 

E finalmente tutti furono d’accordo!

La cosa più importante

La cosa più importante

Finisco questa piccola selezione con un libro su una tematica attualissima. Un libro che aiuta a superare i nostri pregiudizi, che unisce e non divide, che privilegia i sentimenti. 

– “Il Libro delle Famiglie” di Todd Parr, 2012.

Tema del libro, le famiglie, naturalmente. Le pagine, coloratissime e di grande formato descrivono, con pochissime parole e tanti disegni, tutti i tipi di famiglia che si possono incontrare.

Famiglie grandi, famiglie piccole, famiglie che vivono lontane, famiglie che vivono vicine, famiglie che mangiano tutti le stesse cose e famiglie dove ognuno mangia cose diverse, famiglie tranquille e pulite e famiglie rumorose e sporche…

Ogni pagina presenta un modo di “essere famiglia” diverso, colorato e molto intuito da capire per un bambino.

Alcune famiglie sono delle stesso colore, altre sono di colori diversi…

famiglie

famiglie

 Il messaggio finale che l’autore vuole trasmettere è che  qualunque sia il tipo di famiglia ci saranno sempre i sentimenti a fare da collante e da denominatore comune. In quattro paginone coloratissime, l’autore spiega infatti che:

– Tutte le famiglie amano abbracciarsi;

– Tutte le famiglie sono tristi quando perdono qualcuno che amano:

– Tutte le famiglie amano festeggiare insieme i momenti speciali; ma soprattutto

Jpeg

All’ultima pagina l’autore si rivolge direttamente al giovane lettore con il suo messaggio finale:

“Ci sono tantissimi modi diversi di essere una famiglia. La tua famiglia è speciale, comunque essa sia”. 

Una tematica attuale e piuttosto complessa ma che viene resa molto semplice con un forte impatto grafico e visivo.

Tre libri splendidi che aiutano ad accendere la mente, ad imparare ad accettare l’altro, e a valorizzare la diversità come ricchezza e scambio.

Il Paese dei Colori, di PaolMarabotto, ed. Lapis (2001)il paese dei colori

la cosa più importante

La cosa più importante, di Antonella Abbatiello, ed. Fatatrac (2015)

il libro delle famiglie

Il Libro delle Famiglie, di Todd Parr, ed. Piemme (Battello a Vapore) (2001)

                                      Questo post partecipa alla XII settimana di azione contro il razzismo. 

XII settimana d’azione contro il razzismo

2 pensieri su “Accendi la mente, spegni i pregiudizi (letture sull’integrazione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *