MATERA CON I BAMBINI: 5 ATTIVITA’ DA NON PERDERE, molte altre da vedere e consigli utili.

Quest’anno è l’anno di Matera.
Da “vergogna dell’Italia” a Capitale europea della cultura 2019 si sta prendendo la sua personale rivincita.

Ed effettivamente una gran bella rivincita! Città tra le più antiche al mondo, ricca di cultura, storia, archeologia, ristrutturata completamente nel suo centro storico, si visita tutta a piedi e quindi è una meta ideale per una vacanza in famiglia.

Le prime notizie sulle condizioni di vita degli abitanti di Matera arrivarono grazie a Carlo Levi che le descrisse nel suo famoso libro “Cristo si è fermato ad Eboli” nel 1945. In seguito, Palmiro Togliatti la visitò nel 1948 e la definì, appunto, “vergogna d’Italia”. Si arrivò così alla riforma di De Gasperi del 1952 che impose agli abitanti di Matera di lasciare le case/grotte nei sassi e di trasferirsi in abitazioni moderne. Da lì in poi l’abbondono e poi la riscoperta e il restauro delle due zone in cui si divide la città: sasso barisano e sasso caveoso

Noi l’abbiamo visitata a Pasqua, siamo stati circa sei notti e non ci siamo fatti mancare nulla, abbiamo visto veramente moltissimo di questa città e dei dintorni in Basilicata (con una puntatina anche in Puglia).

Ecco le 5 attività da non perdere a Matera:

1. Tour guidato a piedi tra i sassi

Perché fare un tour guidato? Perché le guide sono bravissime e vi spiegheranno la storia dettagliata, gli angoli nascosti e gli aneddoti più simpatici. Tra le tantissime visite guidate a piedi tra i sassi, noi abbiamo scelto un tour guidato per bambini. La nostra bravissima Anna (dell’agenzia Ferula Viaggi) ha distribuito a tutti i bambini una mappa di Matera per una caccia al tesoro fotografico per le vie del centro.

Da piazza del Sedile, su per il Duomo, sasso caveoso, visita alla Casa Grotta (da non perdere per far capire bene ai bambini come si viveva realmente nelle case grotte), fino su al Piano. Una visita decisamente interessante anche per noi adulti!

matera

Scultura Matera

Alla fine del tour, la guida consegna ai bambini il tesoro… un pezzo di argilla da modellare con qualcosa che ricordi Matera. Continua a leggere

Yoga Tales al Teatro Vascello: avvicinare i bambini allo Yoga

Siamo stati al teatro Vascello (Vascello dei Piccoli) per lo spettacolo Yoga Tales.

Da ottobre del 2018 io e Greta abbiamo scelto di praticare yoga. Lei segue un corso di Yoga per bambini una volta alla settimana presso un centro yoga e pilates (Yogineur) mentre io pratico yoga in un centro vicino casa. I benefici per il corpo e per la mente sono evidenti in tutte e due, Greta sta imparando tantissimo in equilibrio, forza e anche a concentrarsi di più. 😉

Quindi lo spettacolo “Yoga Tales” è stata per noi un’occasione assolutamente da non perdere!

Yoga Tales è uno spettacolo interattivo che prende spunto dalla millenaria cultura indiana dello yoga.

YOGA: la fusione di corpo e mente

Lo spettacolo inzia con una domanda alla platea di bambini e adulti.

Cosa è lo Yoga???

La Yoga è un’antica disciplina nata in India che insegna a far funzionare al meglio il nostro corpo, traendone la massima energia e armonia. Agisce sul corpo e sulla mente, creando armonia e rilassamento.
Il respiro è la prima “pratica”, impariamo tutti insieme a respirare con il naso, gonfiando e sgonfiando la pancia come fosse un palloncino…

lo Spettacolo contiene fiabe che rievocano posizioni (asana) ispirate agli animali e alla natura.

Dopo averci insegnato la respirazione dello yoga, le due protagoniste, Maria Grazia Sarandrea e Basia Wajs ballano e cantano sul palco tra luci colorate e suoni melodiosi.

yoga tales al teatro Vascello

yoga tales

E’  il momento dei bambini protagonisti. Vengono scelti dalla platea per eseguire le posizioni (asana) attraverso le quali si racconta una storia, la storia di una bambina cinese… Continua a leggere

MakerFaire con i bambini: l’Areakids nel padiglione 7.

La sesta edizione di Maker FaireEuropean Edition si è svolta a Roma il secondo fine settimana di ottobre. Alla nostra terza esperienza, anche quest’anno non siamo mancati, dedicando ben 6 ore al solo padiglione 7: Drone, Kids and Educational.

Quest’anno Greta non si è risparmiata, ha voluto e potuto provare di tutto e di più.

Iniziamo con lo stand Ferrovie dello Stato dove si vede proiettata sullo schermo e deve acchiappare le sfere volanti, poi si mette al comando di un tablet per pilotare macchinine spaziali che cercano di recuperare le stelle e portarle alla base attraverso semplici comandi di programmazione (avanti, indietro, rotazione).

MakerFaire 2018

Makerfaire – Padiglione 7

Poi è il turno del primo laboratorio organizzato da Boboto, che propone un laboratorio diviso in due parti: prima un lavoro sui cinque sensi e poi, sempre sul tema, un percorso con un robottino da programmare con semplici comandi da inserire su una consolle in legno. Il laboratorio dura un’ora e mezza ed è stato molto divertente (laboratorio da prenotare sul posto).

MakerFaire 2018

Laboratorio Bonoto – MakerFaire 2018

E’ finalmente il nostro turno di entrare nell’area Open Lab, una serie di “giochi” a tema programmazione e robotica della durata di un’ora in cui si entra solo su prenotazione a gruppi di 20/24 persone. I bambini entrano in un’ampia sala, da soli, senza genitori, e giocano con diverse attività, in gruppo alla presenza di animatori che spiegano ai bambini cosa fare e come si gioca. Continua a leggere

Halloween a Cinecittà World

Dopo l’esperienza estiva, siamo stati ospiti a Cinecittà World per la presentazione delle attività in programma per il lungo week end di Halloween.

Un mese di brividi per la festa più paurosa dell’anno

Zucche e pannocchie, covoni di fieno e ragnatele, scheletri, zombie, vampiri e fantasmi: Halloween arriva a Cinecittà world dal 6 ottobre al 4 novembre.

Cinecittà World

Cinecittà Word

Zombie e mostri, al “grido” di “dolcetto o scherzetto“, daranno il benvenuto agli ospiti che potranno immergersi in esperienze da brividi, attive durante tutto il mese dedicato ad Halloween.

Abbiamo provato in anteprima le 5 novità a tema, 5 attrazioni rivisitate in chiave halloween. Si comincia dallo show a tema “Trucchi da paura“, dove un volontario verrà tagliato a pezzi 😀 😉 (mia figlia si è un po’ spaventata, quindi attenzione ai bambini un po’ sensibili alle scene horror per quanto finte!).

Il tour prosegue, accompagnati dall’amministratore delegato del Parco, Stefano Cigarini, per arrivare alla Horror House, nell’area Far West. Già ad agosto l’avevamo provata ma per festeggiare Halloween, è stata arricchita da nuovi “effetti speciali” e set dei più famosi film horror: da Ring a Nightmare da l’Esorcista a Venerdì 13… stavolta è stata davvero un’esperienza da brivido!!! 

(attenzione: l’Horror House è consigliata ai bambini dai 6 anni in su: si cammina completamente al buio, ci sono attori veri che sbucano all’improvvisano e, senza mai toccarti, ti spaventano!) Continua a leggere

Cinecittà World

L’elemento tematico dominante dell’intero parco è, ovviamente, il cinema e la televisione. Aperto il 24 luglio 2014 , il Parco sorge sui terreni dei vecchi studi cinematografici Dinocittà, realizzati negli anni sessanta da Dino De Laurentiis, di cui sono presenti i teatri di posa e alcuni edifici riconvertiti per ospitare show e attrazioni al coperto. Nel corso degli anni, il parco si è evoluto ed è diventato un parco a tema molto più ampio, con moltissime attività divertenti per famiglie.

Ad agosto siamo andati ad esplorare questo parco…

Il parco è diviso in 5 aeree tematiche, per un totale di 30 attrazioni e 6 spettacoli. Le aree sono Sognolabio, Far West, Spaceland, Adventure Land, ROMA, Cinecittà World.

Neanche entrati, Greta si mette subito in costume per correre dentro le grandi “fontane danzanti” sulla via principale. Dopo una piacevole rinfrescata, ci si tuffa direttamente nella nuova piscina, appena inaugurata per l’estate 2017. Si trova dentro l’area SOGNOLABIO ed è un’area appositamente realizzata per l’estate con una enorme “cinepiscina”, una piscina (con acqua dai 15 cm al metro di  profondità), con davanti un mega schermo che proietta scene famose del repertorio cinematografico. Ci sono giochi d’acqua e tutto intorno all’area piscina ci sono lettini ed ombrelloni, spogliatoi, bagni, armadietti e bar caffetteria. Continua a leggere