L’ultima volta che sono stata a Italia in Miniatura avevo più o meno l’età di mia figlia adesso! Ci sono stata con la mia famiglia e devo dire che il Parco era molto diverso. Ricordo di aver camminato tra le attrazioni e di essermi sentita davvero “grande“. Era appena aperto (è aperto dal 1970) e ricordo di essermi divertita tantissimo.

Il parco tematico ha inaugurato quest’anno la stagione numero 48 nel segno di una missione ben precisa: riportare vitalità e bellezza nel Bel Paese… in miniatura. Infatti sono stati restaurati completamente molti monumenti – Torre di Pisa e Colosseo fra questi.

La vera sorpresa e novità è rappresentata dai personaggi: decine di migliaia di figurine in scala hanno il loro posto al sole fra le miniature, in divertenti scene di vita quotidiane, da cercare e fotografare… aguzzando la vista o usando speciali binocoli!

Italia in miniatura

italia in miniatura – Lago Trasimeno – credits: sito ufficiale

Il parco racconta storia, arte e ingegno italiano attraverso 273 riproduzioni in scala del patrimonio architettonico italiano ed europeo, in una grande mappa tridimensionale, arricchita da 5000 veri alberi in miniatura, curati uno per uno.

Oggi il Parco è diverso, arricchito, ingrandito e migliorato

Continua a leggere

Dopo la bellissima esperienza di Van Gogh Alive  un’altra coinvolgente esperienza artistica arriva in mostra a Roma, Klimt Experience. Ed è proprio l’esperienza sensoriale a farla da padrone in questa mostra.

L’obiettivo dichiarato di questo progetto innovativo è di colpire il visitatore e suscitare in lui la meraviglia e lo stupore

Un obiettivo raggiunto senza ombra di dubbio considerata la massiccia presenza di pubblico alla mostra (era davvero pieno!) e le reazioni del pubblico in sala (e di mia figlia!). Una tecnologia interessante, che svincola l’arte e le mostre dai quadri appesi al muro e porta il pubblico verso una fruizione totalizzante ed immersiva, molto più personale e coinvolgente.

Klimt Experience

Klimt Experience

La mostra si sviluppa in tre sale principali.

La prima sala –  la Sala immersiva –  è enorme e ha due lunghe panche e tanti ampi tappeti dove sdraiarsi ed immergersi nella Vienna di Klimt, con un sottofondo di valzer viennesi meravigliosi; si può stare sdraiati a lungo avvolti dai mega schermi presenti sulle 4 pareti della sala dove sfilano immagini di Vienna, frasi di Klimt e i suoi dipinti in un tripudio di colori e musica. Un’immersione nello spazio e nel tempo di Klimt, la Vienna dei primi del 900.Continua a leggere

L’obiettivo di photo ark è semplice: mostrare la posta in gioco e far sì che le persone se ne curino – FINCHÉ c’è tempo. 

Questo è il tema centrale della mostra PhotoArk, in programma allo spazio espositivo dell’Auditorium di Roma. Una mostra fotografica bellissima di Joel Sartore e National Geographic che nasce con l’intento di sensibilizzarci verso un maggior rispetto della natura e della tutela del Pianeta.

Il messaggio di Sartore è chiarissimo: se non ci impegniamo tutti da subito per tutelarle, molte specie animali scompariranno per sempre entro qualche decennio. Salvarli dipende da noi.

Sartore ha fotografato più di 7400 specie animali nei 4 angoli del mondo.

Quattro sono infatti le sezioni della mostra che espongono una piccola selezione degli scatti più belli di questo archivio digitale delle specie più a rischio.Continua a leggere

Uno dei regali di Natale più belli di quest’anno è stata la giornata che ho passato con la mia bimba nel Regno di Natale al Luneur Park di Roma. Siamo andati il 23 dicembre, in perfetto clima natalizio e ci siamo regalate 4 ore di giochi, divertimento e magiche atmosfere.

Avevamo già fatto visita al Luneur Park di Roma a fine agosto e ci eravamo molto divertiti. In effetti il Luneur Park è stato tutto ristrutturato e trasformato in un bellissimo parco giochi pensato esclusivamente per gli under 12 e le loro famiglie. Un luogo magico in cui ci si può divertire  in maniera spensierata trascorrendo fantastiche giornate: tantissime giostre da fare in tutta sicurezza e divertimento.

La giornata era molto bella per cui, arrivati nel primissimo pomeriggio decidiamo di dedicarci prima di tutto alle giostre e poi entrare nel Regno di Natale al tramonto.

Rispetto ad agosto ci sono delle giostre nuove (come il SudiGiri) che la mia bimba prova dubito senza paura… corriamo da un parte all’altra, Greta sale e scende da tutte le giostre, e solo in tre attrazione l’ho dovuta accompagnare (per limiti di altezza): gli elefantini, il brucomela e il pedalibus. Il resto del pomeriggio passa tra giostre, spuntini, divertimento e risate.Continua a leggere

Dopo la bellissima esperienza dello scorso anno, siamo tornati anche questo anno al Caffeina Christmas Village allestito a Viterbo, nello splendido quartiere medioevale di San Pellegrino.

Quella del 2016 è stata la prima edizione, possiamo dire quasi una “prova generale” venuta molto bene, quindi quest’anno siamo andati con aspettative alte e un po’ di timore che queste fossero disattese e invece… no!

L’edizione di quest’anno è anche più bella e più fruibile di quella del 2016. Sono state ascoltate le critiche e migliorato là dove aveva funzionato poco lo scorso anno. Fruibilità ed accessibilità migliorate e rese molto efficienti, parcheggi organizzati perfettamente, aumento delle postazioni di “pit-stop” e bagni, presenza massiccia ma discreta di personale (Elfi e fatine) sparsi per tutto il percorso per dare indicazioni ed informazioni.

Ecco la nostra giornata al Villaggio: racconti, emozioni e consigli utili.

Le tre attrazioni imperdibili

1. CASA DI BABBO NATALE

Da non perdere è sicuramente lei, la casa dove vive Babbo Natale. Quest’anno per evitare le lunghe code per entrare è stato allestito un sistema a chiamata con numeretti. Quindi appena arrivati al Villaggio occorre andare a prendere il numeretto per entrare nella casa.Continua a leggere